Cardinal

Alimento specifico per l’allevamento del Carduelis Cucullata o Cardinalino del Venezuela, del Carduelis Jarellii (Lucherino Facciagialla), del Carduelis Xantogaster (Lucherino Panciagialla) e di tutti gli spinus in genere. Il Cardinalino del Venezuela un piccolo e bellissimo carduelide molto ricercato dagli allevatori amatoriali per la sua capacità di trasmettere il lipocromo rosso ai canarini. Infatti è possibile l’accoppiamento tra il canarino domestico (Serinus Canaria) ed il Cardinalino del Venezuela (appartenenti a generi diversi della stessa famiglia dei fringillidi), però solo il 50% dei maschi derivanti da questo incrocio risulterà fecondo, mentre le femmine risulteranno sterili, ed usate esclusivamente come balie.
Nativo delle zone montagnose dell'America Meridionale, Colombia e Venezuela, anche se può oramai ritenersi specie domestica, è molto sensibile alle basse temperature, nelle zone d’origine migra tra i 300 ed i 1500 metri di altitudine alla ricerca di temperature costanti comprese tra i 18 ed i 20°C. Il maschio raggiunge in età adulta i 10cm di lunghezza ed i 12g di peso, leggermente più piccola la femmina.

Composizione
Scagliola
Erba mazzolina
Niger
Perilla bianca
Cicoria
Lattuga bianca
Sesamo
Finocchio
Camelina
Lattuga nera
Canapa
Papavero blu
Cardo selvatico
Rapa
Perilla bruna
Abete rosso
Larice
Trifoglio
Quinoa

Cardinal
  • Manitoba - Cardinal
  • Cardinalino del Venezuela
    Carduelis Cucullata
Cardinal

Disponibile in busta da 2.5 kg e sacco da 15 kg

Istruzioni per un uso corretto
Le grande varietà dei semi e le peculiari caratteristiche organolettiche di questo miscuglio consentono ai soggetti allevati di regolarsi nell’assunzione dell’alimento in base alla fase metabolica ed alle condizioni del microclima, permettendo all’animale di alimentarsi nel modo più affine ai propri fabbisogni naturali. La somministrazione giornaliera dell’alimento dovrà corrispondere alla quantità mediamente consumata nelle 24 ore, avendo cura di provvedere prima di ogni somministrazione alla pulizia e lavaggio della mangiatoia. Tale pratica igienico sanitaria dovrà essere estesa anche all’abbeveratoio, garantendo acqua fresca e pulita sempre a disposizione.

Nota di colore
Anche quando si parla di Cardinalini la classificazione tassonomica non aiuta: il il più famoso e diffuso tra i cardinalini è il Cardinalino del Venezuela o Carduelis Cucullata, quindi un passeriforme della famiglia dei fringillidi, mentre il genere Cardinalis appartiene alla famiglia dei Cardinalidae. Dobbiamo questo equivoco tassonomico all’origine del nome Cardinalino, cioè il riferimento al colore rosso delle vesti dei cardinali cattolici che caratterizza questi uccelli.

Copyright © 2016 Manitoba s.r.l.